società

Spoleto ricorda Walter Tobagi

 

La cerimonia in programma il 27 maggio all'interno della Antonini della Rocca albornoziana

 

Sabato 27 maggio 2023 Spoleto ricorda il giornalista Walter Tobagi con una conferenza a partire dalle ore9.30 nella sala Antonini della Rocca Albornoziana di Spoleto. L'evento, valido per l'acquisizione di crediti formativi per gli iscritti all'Ordine dei Giornalisti, coinciderà con la cerimonia conclusiva della XVIII edizione del Corso "Walter Tobagi", organizzato dall'Associazione Amici di Spoleto onlus in collaborazione con il Comune di Spoleto, per ricordare la figura del giornalista del Corriere della Sera, nato nella frazione di San Brizio di Spoleto e ucciso a Milano il 28 maggio1980 da un "commando" di terroristi facenti capo alla Brigata XXVIII marzo.

L'iniziativa, organizzata in collaborazione con la Rocca Albornoz - Museo del Ducato di Spoleto e con l'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, sarà introdotta da Candia Marcucci, presidente dell'Associazione Amici di Spoleto onlus e da Paola Mercurelli Salari, direttrice della Rocca Albornoz - Museo del Ducato di Spoleto, interverrà Mino Lorusso, presidente dell'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, sul tema "Giornalismo, il ruolo della professione attraverso la figura di Walter Tobagi". All'incontro, aperto al pubblico, porteranno i loro saluti il sindaco del Comune di Spoleto Andrea Sisti, Luigina Renzi, assessore alla formazione del Comune di Spoleto, il presidente della Valle Umbra Servizi, Vincenzo Rossi, e i dirigenti scolastici Roberta Galassi e Mauro Pescetelli.

Essenziali sostenitori del progetto e del corso "Walter Tobagi" sono la Fondazione Carispo e la Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini. Come sempre, è attiva una collaborazione con la Curia Arcivescovile della Diocesi di Spoleto-Norcia e grazie alla sede Rai di Perugia i ragazzi coinvolti nell'iniziativa sono stati seguiti nella realizzazione di un TG Spoleto.

Il Corso, rivolto alle ultime classi delle scuole medie superiori, ha visto la partecipazione di circa centocinquanta ragazzi dell'Istituto Alberghiero "Giancarlo De Carolis" con le cinque classi delle insegnanti Emanuela Valentini Albanelli, Beatrice Emili, Maria Luisa Quarsiti e Simona Del Bello; e di quattro classi dell'Istituto di istruzione superiore "Sansi Leonardi Volta" (Liceo scientifico) attraverso la formula dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento (Pcto), referente la professoressa Paola Salvatori (3A) con le insegnanti Elisabetta Comastri (3B), Francesca Focaia (3D) e Stefania Aramini (3E), grazie alla rinnovata convenzione tra la scuola e la Valle Umbria Servizi s.p.a. All'interno di questo particolare ambito i ragazzi hanno elaborato una pubblicazione giornalistica, come allegato dello Speciale Giovani del bollettino dell'Associazione Amici di Spoleto "Notizie da Spoleto", dedicata alle attività e ai progetti sul territorio della stessa Valle Umbria Servizi sotto la supervisione del tutor Moreno Marionni.

Il Corso propedeutico di giornalismo "Walter Tobagi" si è sviluppato in un laboratorio di giornalismo scritto per gli allievi della prima annualità, mentre la seconda annualità del Corso ha effettuato un seminario sul giornalismo online realizzato in collaborazione con USPI (Unione Stampa Periodica Italiana) tenuto da Carlo Vantaggioli (Tuttoggi.info) in collaborazione con Sara Cipriani (consigliere Uspi e direttore Tuttoggi.info), il quale si è affiancato ai laboratori di giornalismo radiofonico (tenuto da Francesco Carlini) e di giornalismo televisivo, introdotto dalla giornalista Antonella Marietti del Tg regionale della Rai ed il supporto tecnico di Alessandro Pratelli con Enrico Carletti.

Il Corso, coordinato da Antonella Manni con Antonella Proietti del Comune di Spoleto, insieme a Davide Fabrizi dell'ufficio stampa del Comune di Spoleto, per la prima annualità ha proposto incontri con giornalisti professionisti di testate nazionali e regionali: Pietro Del Re e Pietro Veronese già inviati di guerra de "La Repubblica", Riccardo Regi (direttore VivoUmbria.it e già vicedirettore del Corriere dell'Umbria), Fabio Luccioli (direttore Radio Gente Umbra), Italo Carmignani (caporedattore de Il Messaggero Umbria), Filippo Casciola (corrispondente Agenzia Ansa), Massimo Sbardella (Gruppo ed. L'Espresso e Tuttoggi.info) e Francesco de Augustinis che ha presentato ad alcune classi il suo docu-film "Il tabacco che uccide senza fumarlo" oltre a Davide Fabrizi dell'Ufficio Stampa del Comune di Spoleto che ha tenuto anche una lezione sulla comunicazione istituzionale.

Per la fine del Corso i ragazzi hanno prodotto un numero speciale di "Notizie da Spoleto", bollettino dell'Associazione "Amici di Spoleto", mentre i partecipanti alla seconda annualità hanno realizzato uno Speciale TG Spoleto. I lavori svolti dalle scuole coinvolte nel Corso propedeutico di giornalismo "Walter Tobagi" saranno presentati nell'ambito dell'evento che si terrà sabato 27 maggio 2023 alle ore 9:30, a ridosso della ricorrenza dell'uccisione di Walter Tobagi (28 maggio 1980).

In occasione della cerimonia conclusiva, all'autore (o agli autori) dell'elaborato ritenuto più incisivo e originale tra quelli realizzati dai ragazzi del Corso "Tobagi" della prima annualità (giornalismo scritto), l'Associazione Amici di Spoleto attribuirà un riconoscimento in ricordo di Dante Ciliani, presidente dell'Ordine dei giornalisti dell'Umbria prematuramente scomparso. All'elaborato che sarà ritenuto dai coordinatori di particolare interesse, verrà invece attribuito un riconoscimento in ricordo di Walter Tobagi.

Quale tema conduttore degli elaborati, quest'anno, in accordo con il Comune di Spoleto si è proposta una citazione tratta dal libro di Emanuele Trevi, Due vite, Neri Pozza2021, p. 100: "Una autentica vocazione, credo, valorizza al massimo fatti o predisposizioni già presenti nella vita in modo embrionale o marginale. Altrimenti, si tratta di colpi di vento, di fantasie di redenzione senza nessun reale rapporto con la storia dell'individuo: come quando ci si mette a bofonchiare i mantra salvici, o ci si sottomette a regimi alimentari assurdi, o si sposano cause di cui fino al giorno prima non si era mai sentito parlare. Non c'è niente di male, ma quello che voglio dire è che le vere rivoluzioni sono trasformazioni di ciò che già sappiamo, di ciò che abbiamo sempre avuto sotto gli occhi. Perchè è vero solo ciò che ci appartiene, ciò da cui veniamo fuori".



I commenti dei nostri lettori

Carlino

9 mesi fa

Mai dimenticarsi! Di persone così preziose, che in tempi bui, per il semplice fatto di occuparsi di questioni così terribili come il terrorismo mettono a rischio la propria vita, spinti dal senso etico del dovere professionale e dalla passione per la ricerca della verità

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.