economia

MD a Spoleto, scattano le assunzioni

 

La catena è alla ricerca di personale in vista dell'apertura del nuovo punto vendita: i requisiti e come fare domanda

 

Lavori in corso in via Caduti di Nassiriya, dove nei prossimi mesi sorgerà il nuovo supermercato a marchio MD. Diverse le assunzioni previste tra cui un vice store manager. “La risorsa individuata supporterà il responsabile nella seguenti attività: gestione degli ordini, dello scarico, dell’allestimento e del rifornimento delle merci, della preparazione delle aree promozionali, della gestione del personale, della relazione con la clientela e delle operazioni fiscali e contabili”. Diversi i requisiti richiesti: un diploma, comprovata esperienza nella Grande distribuzione organizzata (Gdo), la patente di guida ed il possesso di un mezzo proprio. I candidati, inoltre, dovranno dare disponibilità a lavorare su turni nonché nei giorni festivi e dimostrare di avere “capacità di gestione di un team, buona propensione ai rapporti interpersonali, problem solving e orientamento agli obiettivi”.

In programma anche l’assunzione di addetti al reparto ortofrutta: lo stipendio proposto è compreso tra i 750 e i 1.000 euro al mese. “Non verrano prese in considerazione candidature provenienti da province differenti da quella della zona di lavoro” si legge nell’annuncio. Previsto, infine, l’arruolamento di addetti vendita che dovranno provvedere “all’attività di cassa, al caricamento della merce negli appositi scaffali, alla sistemazione del negozio e al rapporto con la clientela”. Tutte le ricerche sono "rivolte a persone di entrambi i sessi (L.903/77)”. Per candidarsi è necessario registrarsi al portale raggiungibile dalla sezione “Lavora con noi” presente sul sito di MD.



I commenti dei nostri lettori

Cittadino spoletino

9 mesi fa

CHE SCHIFOOO!!!

Spoleto69

10 mesi fa

Poi dicono che preferiscono il reddito di cittadinanza 750/1000 euro al mese facendo straordinari,lavorare nei giorni festivi,perché non ci vanno i nostri Politici che 15.000 euro poi vedono come vivono questi schiavi del TERZO MILLENNIO,dicono fannulloni a chi preferisce ol RDC e stare sul divano loro con il misero stipendio 15.000 euro arrivano anche 90/95% di assenteismodivrebbero essere pagati a presenza all'ira su che andrebbero a lavorare sti scanzafatiche

Michae G Jacob

10 mesi fa

Dopo il fallimento della Dallas srl a Fabbreria, mi chiedo chi (e qui lascio spazio alla fantasia) investerebbe soldi in un'altro inutile supermercato a Spoleto?

Elel

10 mesi fa

La lapidaria affermazione della signora Katia Maria è significativa di una situazione del tutto senza ritorno.

Katia Maria

10 mesi fa

Sono interessata al lavoro

gianca

10 mesi fa

La concentrazione del nr. dei supermercati nella città di Spoleto è altissima ma nelle località periferiche i servizisono pari a zero. A Fabbreria si doveva alcuni anni fà aprire un supermercato era autorizzato da Comune Regione e da altri enti pubblici Partito il cantiere in pompa magna dopo alcuni mesi inspiegabilmente viene chiuso. Il sindaco Sisti risponde a chiarimento che l'area è privata e i proprietari fanno quello che decidono loro,questo è vero, ma lui non si preoccupa minimamente se i concittadini che dovrebbe ben amministrare restano privi di servizi. Complimenti Sindaco, un esempio per tutti i sindaci italiani.

XXX

10 mesi fa

Si chiude l'Ospedale MA si aprono i Supermercati. EVVIVA! A 300 metri c'è il Conad, a 700 c'è il Tigre.

LUCIO

10 mesi fa

Complimenti ai ns grandi Amministratori....cemento e stipendi da fame. Sono quelli che predicano per il salario minimo ma forse non si rendono conto che la remunerazione oraria del minimo indicato è di poco più di 4 euro/ora.

Manolo

10 mesi fa

Effettivamente si sentiva proprio la necessità di un bel supermercato in quella zona. Gli abitanti di colle S. Tommaso e del rione Casette, oggi, sono costretti a fare 300 400 metri per fare la spesa .... è questo non mi sembra veramente giusto !! Per fortuna che i nostri bravi e lungimiranti amministratori pubblici vedono e provvedono per rimanendo sordi alle vere esigenze della cittadinanza e ciechi nel non vedere la bruttezza che nasce ripetutamente dalle loro autorizzazioni. Il concetto di bellezza, pur soggettivo, non sembra appartenere agli occupanti gli scranni, a prescindere dall'appartenenza o del colore polittico.

Roberto Quirino

10 mesi fa

Nell'indifferenza totale dei cittadini di Spoleto, ecco il nuovo supermercato: là dove c'era l'erba ora c'è una città. Colle S. Tommaso è ora definitivamente irriconoscibile. Nuovi posti di lavoro a ben € 750 e € 1000 di generoso compenso, meglio che niente! e a suon di musica pessima come in tutti i supermercati: manco la sento... sono abituato/a... dobbiamo mandarla... ce l'impone la ditta... Così saranno contenti anche gli abitanti del nuovo quartiere accanto alla bretella di scorrimento veloce; così si riqualificano la città e il suo mercato del lavoro... ah già! le cose cambiano ed è inutile ricordare una città che non c'è più...

Gianni

10 mesi fa

Visti gli stipendi, più che personale cercano schiavi.

Carlino

10 mesi fa

Sarà una tendenza generale, ma a Spoleto ormai ci sono più supermercati che abitanti ....

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.