politica

Sanità, la maggioranza a difesa di Sisti

 

L'intervento dopo le polemiche relative al decesso di un 70enne al Pronto Soccorso dell'ospedale. 'La responsabilità è della Regione'

 

“Come gruppi di maggioranza in Consiglio Comunale condividiamo le parole del Sindaco Andrea Sisti sulla questione dell'ospedale e la mancanza di un cardiologo H24”. Inizia così la nota scritta dai componenti del Partito Democratico Spoleto, di Civici X Spoleto, del MoVimento 5 Stelle Spoleto e Ora Spoleto riguardante il decesso di un uomo di 70 anni avvenuto al Pronto Soccorso dell’ospedale. 

“Il Dipartimento di Emergenza Urgenza deve tornare pienamente operativo. Senza se e senza ma! Abbiamo già ribadito questa nostra posizione nelle sedi istituzionali e politiche, di fatto quindi non accetteremo ulteriori ritardi da parte di Asl e Regione Umbria. Invitiamo inoltre tutti i Consiglieri Comunali di Spoleto a riconoscere che la responsabilità in tema di organizzazione sanitaria è di chi siede a Perugia”.

Poi l’appello alle altre forze politiche. “Solo abbandonando sterili polemiche in casa nostra, e ritrovando quell'unanimità di impegno avuto in altre occasioni, potremmo ottenere questo primo minimo obiettivo. Sul diritto alla salute non c'è differenza politica che tiene. La città di Spoleto e l'intero territorio chiedono con forza un servizio sanitario pubblico che garantisca servizi puntuali e precisi. Comprendendo e condividendo questa doverosa richiesta, siamo a fianco al Sindaco Andrea Sisti, pronti ad ogni azione necessaria”.



I commenti dei nostri lettori

Ciliberti Franco

12 mesi fa

La colpa della situazione attuale è prima di tutto del Sindaco che è un sindaco assente politicamente e fisicamente dalla città. Lui è il responsabile della sanità cittadina e non fa niente di quanto gli compete. Se ne deve andare. Se il PD non vuole essere travolto dalle sue incapacità e inefficienze lo deve scaricare subito, il più presto possibile.

Come una piuma.

12 mesi fa

Ma come in consiglio rifiutate di dibattere qualsiasi cosa tratti la sanità. Nel famoso consiglio il sindaco dichiara di essere soddisfatto all'80 % che non è altro che il 20% del peso per il terzo polo. La città ha valutato il peso di questa amministrazione e basterà un folata di vento e come una piuma volerete lontano fino a sparire.

Spoletino

12 mesi fa

Al di là delle responsabilità di cui si occuperà, si spera, la magistratura, da cittadino di Spoleto ESIGO come ogni altro Spoletino che venga ripristinato un reparto di cardiologia a Spoleto. Deve essere presente il cardiologo 24h. Senza concorsi che durano 2 anni ma da LUNEDÌ! Prendete 2 cardiologi e li impiegate a Spoleto! Ci vuole tanto? Ma siete stati eletti per fare cosa?!

Diogene

12 mesi fa

E' FINITA L'ERA DI : armiamoci ... e partite. MIA NONNA DICEVA CHI VUOLE VADA CHI NON VUOLE MANDI ! L'OSPEDALE E' DI TUTTI NOI CITTADINI NON DEI POLITICI; SE NON RIUSCIAMO A CAPIRE QUESTO OGNI AZIONE E' INCONCLUDENTE.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.