cultura e spettacolo

Lo Sperimentale sempre più protagonista

 

Concerti lirici in città e non solo: alla Caritas, presso il campus della Protezione civile e per la Fita Umbria

 

Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, mai caparbiamente come in questa 76a Stagione Lirica 2022, si è proposto l’obiettivo di raggiungere tutte le realtà del territorio, anche nei luoghi più impensabili ed ameni, di portare il bel canto e la musica ad ascoltatori inaspettati ed entusiasti, di veicolare l’arte e la bellezza come cura alle brutture di questi tempi, come educazione per le nuove generazioni e come giusto riscatto alle sofferenze che lo spettacolo dal vivo ha giocoforza patito in quest’ultimo biennio.

Dopo aver raggiunto nella scorsa primavera, con il progetto MiniOpera Tour a cura di Raffaella Clerici e Diletta Masetti, tutte le scuole di Spoleto di ogni ordine e grado ed aver ricevuto un’accoglienza speciale da studenti, docenti e dirigenza, dopo aver coinvolto i rappresentanti delle Proloco, delle Associazioni del territorio, della Croce Rossa ai Concerti lirico vocali della rassegna “FuoriOpera” che ha registrato un’affluenza di pubblico non comune, dopo aver cantato per la farfalla Agnese Duranti e aver ospitato con piacere i nuotatori Gianluca Andolfi e Lucrezia Mancini (giovani atleti vicini allo Sperimentale portatori di un messaggio positivo e propositivo per i loro coetanei, cantanti, musicisti, atleti o attori che siano), dopo aver fatto cantare in coro gli anziani della RSA de Il Cerchio, le incursioni del Lirico sono proseguite incessantemente in questi giorni con alcuni appuntamenti speciali nella città di Spoleto e nel territorio.

Lo scorso 25 luglio al tramonto, il piccolo piazzale della Locanda della Misericordia della Caritas di Spoleto si è trasformato in un suggestivo teatro all’aperto, e lì i cantanti dello Sperimentale Veronica Aracri e Matteo Lorenzo Pietrapiana insieme alla giovane pianista Carolina Benedettini hanno dato vita ad un intermezzo rossiniano, intonando duetti tratti dalle più divertenti arie del repertorio del compositore pesarese, tra gli applausi emozionati e divertiti di un pubblico davvero speciale e inaspettato, come quello degli ospiti della Locanda, di tutti i volontari presenti, ma anche dei curiosi e dei turisti passati di lì e fermatisi ad ascoltare le voci di questi giovani talentuosi ragazzi. Si ringraziano per la fattiva collaborazione Don Edoardo Rossi, Paola Piermarini e Anna Rita Bocchini, rispettivamente direttore, vice direttrice e referente della Caritas Diocesana, da sempre impegnati in prima linea nell’aiuto verso le fasce più deboli della popolazione e che sono intervenuti a fine concerto sottolineando la preminenza e l’importanza che l’arte e la musica raggiungano anche queste persone e questi luoghi forse difficili, ma rappresentativi, ripromettendosi anche di venire con loro a teatro per seguire alcuni spettacoli della Stagione Lirica 2022.

Il giorno successivo invece, nel corso della mattinata, il Teatro Lirico Sperimentale ha preso parte ad un evento presso gli spazi del Campus estivo per ragazzi “Protezione Civile in campus 2022” a Terzo San Severo. In questo suggestivo contesto, la Protezione Civile di Spoleto ha organizzato un campus per ragazzi dai 10 ai 15 anni, che per un’intera settimana risiedono sul luogo e vivono un’esperienza di totale condivisione insieme ai volontari e alla popolazione locale. Molti sono di Spoleto, altri vengono anche dalle Marche e dalla Calabria, altri dal Canada, e tutti hanno partecipato con entusiasmo ai vari corsi-lezioni proposti dagli organizzatori, di carattere tecnico, teorico, ma anche pratico e ludico, tutti volti ad istruire, incoraggiare e responsabilizzare quelli che saranno i cittadini di domani. 

Proprio in questo contesto si è inserito il Teatro Lirico Sperimentale, che, nella persona di Raffaella Clerici, ha tenuto una lezione giocosa a tutti e 25 i ragazzi del campus sulla storia dello Sperimentale, mostrando tra curiosità ed entusiasmo alcuni video tra i più rappresentativi delle opere delle Stagioni passate, nonché copie dei registri originali degli anni ’50 e ’60 con le “pagelle” di coloro che furono i ‘giovani debuttanti’ dell’epoca, ovvero gli allora poco più che ventenni  Franco Corelli, Renato Bruson e Leo Nucci, tanto per citarne alcuni. La curiosità genuina dei ragazzi e il loro speciale e fervido entusiasmo dimostra ancora una volta come l’educazione al bello e all’arte in genere sia doveroso e propositivo.  Per questo evento si ringrazia Stefania Fabiani, presidente della Protezione Civile di Spoleto, insieme a tutti i volontari presenti al campus che si sono prodigati in una generosa accoglienza verso l’istituzione spendendosi affinchè la lezione si svolgesse nel migliore dei modi e senza intoppi tecnici e auspicandosi che queste lezioni possano essere riprese anche negli anni a venire, come appuntamento fisso dei Campus estivi. Anche la Protezione Civile sarà quindi presente con una sua rappresentativa delegazione agli spettacoli della Stagione dello Sperimentale, in un sodalizio che è solo agli inizi.

Un’altra mattinata significativa è stata quella del 28 luglio, quando nella Sala Monterosso di Villa Redenta di Spoleto il direttore generale dello Sperimentale Claudio Lepore ha tenuto una lezione per i membri delle delegazioni della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) con un’importante e interessante lezione sull’istituzione che dirige, in cui si è tracciato il percorso di produzione di un’opera lirica, sia dal punto di vista gestionale, sia organizzativo, pratico e amministrativo. Lepore ha sottolineato l’importanza del teatro amatoriale da una prospettiva di crescita sociale e culturale della comunità.  Un valore aggiunto per la collettività di riferimento che deve essere sostenuta sia con fondi pubblici sia privati, in modo tale da diventare sempre più in sinergia con il teatro professionale. Oltre che essere un nuovo pubblico infatti, il teatro amatoriale è a volte anche trampolino di lancio per chi vuole coltivare l’attività sia attoriale sia tecnica del teatro. Al termine si sono esibiti il soprano Sara Cortolezzis e il basso Giacomo Pieracci, vincitori del Concorso 2021 dello Sperimentale.

Un grazie sentito va al Presidente di Fita Umbria Francesco Segoni e all’assessore del Comune di Spoleto Danilo Chiodetti. Proprio in questa settimana Fita Umbria ha organizzato a Spoleto il “Festival delle regioni”, ovvero una serie di spettacoli, incontri, aperitivi teatrali in programma al complesso di San Nicolò, allo Spazio Collicola, alla Sala Pegasus e al Teatro Caio Melisso, volti a celebrare l’arte del teatro.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.