società

Castel Ritaldi si prepara al Palio del Fantasma

 

La rievocazione rinascimentale, ispirata ai giochi organizzati per Lucrezia Borgia, andrà in scena dal 31 luglio al 7 agosto

 

A Castel Ritaldi sta per iniziare uno degli eventi più attesi, il Palio del Fantasma, rievocazione rinascimentale ispirata ai giochi organizzati dal Conte Ritaldi per onorare l’ospitalità, nel suo castello, di Lucrezia Borgia. L’evento moderno, nato nel 1984, e quest’anno in programma dal 31 luglio al 7 agosto, vede sfidarsi i cinque rioni del paese (Castel Ritaldi, Castel san Giovanni, Colle del marchese, La Bruna e Mercatello) in prove di abilità e forza, in cui si legano la componente fisica, quella culturale e quella della fortuna.

Il programma del Palio del fantasma, organizzato con il patrocinio del Comune di Castel Ritaldi, si aprirà domenica 31 luglio con la degustazione guidata ‘Castello DiVino’ e il concerto dei cantanti del Teatro lirico sperimentale di Spoleto ‘Castel Ritaldi Soirée’. Lunedì primo agosto alle 21 si entra nella competizione con la lettura del bando di sfida, per poi passare martedì 22 alle 21 ai giochi popolari con il Trofeo G. Sforna. Musica mercoledì 3 agosto alle 21.30 con la tribute bandi di Vasco Rossi ‘Stupendo’, Minipalio giovedì 4 agosto dalle 21 e serata disco staff ‘Lab 420’ venerdì 5 agosto dalle 21.30. Sabato 6 agosto si entra nel vivo della sfida alle 21 con il Palio del fantasma 2022. Il cartellone si chiude domenica 7 alle 20 con la Cena sotto le stelle in piazza. Tutte le sere dalle 20 sarà anche aperta la taverna di Lucrezia che proporrà menù della tradizione.

“Rispetto alle prime edizioni – ha commentato Angelo Gelmetti, presidente della Pro loco di Castel Ritaldi – è cambiato tutto escluso lo spirito che anima gli organizzatori. Siamo un bel gruppo, con alcuni giovanissimi che sono stupendi. Abbiamo lavorato per allestire un programma che possa piacere a più persone possibili, dai più giovani a quelli di qualche anno in più”.

“Dopo il lungo periodo caratterizzato dall’emergenza epidemiologica che ha costretto a ridurre drasticamente le occasioni di convivialità e di incontro della cittadinanza – ha sottolineato il sindaco Elisa Sabbatin - torna il Palio del Fantasma, in una edizione più ricca e piena di sorprese.  Le manifestazioni culturali e ricreative rappresentano da sempre l’anima della storia e delle tradizioni del nostro territorio, un patrimonio culturale da preservare con cura, un importante veicolo di valori da trasmettere alle giovani generazioni. L’amministrazione comunale, nell’ambito degli obiettivi di promozione e di valorizzazione del territorio, sosterrà anche quest’anno la manifestazione consapevole del ruolo fondamentale e strategico rivestito dall’associazionismo locale per lo sviluppo culturale e turistico del nostro piccolo territorio. Colgo l’occasione per ringraziare l’associazione Proloco e tutti gli organizzatori attivi del territorio che si prodigano per la realizzazione di questo evento così fortemente sentito dalla cittadinanza. Inizia così la settimana tanto attesa e i rioni entreranno nel vivo della gara dove già si respira l’aria di una ferrea, ma sana competizione... che vinca il migliore”.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.