società

Ospedale, le rassicurazioni di Coletto

 

L'assessore regionale ha incontrato lo Spoleto City Forum per fare il punto sul futuro del nosocomio: tutti gli sviluppi

 

Una delegazione dello Spoleto City Forum ha incontrato, mercoledì 27, l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto. Il portavoce Leonello Spitella è stato affiancato da alcuni responsabili delle associazioni aderenti: Enzo Ercolani, Gianni Burli e Alessandro Ciamarra.

Nel ringraziare l'assessore per la disponibilità dimostrata, la delegazione ha parlato delle ormai annose criticità che sta vivendo l’Ospedale di Spoleto, privo ormai di gran parte dei servizi a suo tempo attivi, fattore questo che impoverisce sempre più il nosocomio, creando un circolo vizioso. 

Infatti si evidenziano continuamente diminuzioni delle prestazioni erogate ed il mancato soddisfacimento dei parametri numerici richiesti. Ma è proprio la depauperazione dei servizi a non far raggiungere gli obiettivi! 

Il City Forum ha ribadito di ritenere un “tradimento” il fatto che le promesse della Regione, dirette a tranquillizzare sul ritorno della piena funzionalità del San Matteo, non siano state mantenute. 

Questo mancato rispetto riguarda soprattutto il "Punto Nascita" che, secondo una delibera Regionale, sarebbe dovuto ritornare attivo il 30/6/2022. “Abbiamo inoltre chiesto una informativa sullo stato dei lavori della commissione tecnica paritetica, chiamata a proporre una eventuale integrazione tra gli ospedali di Spoleto-Foligno-Valnerina”. 

A tal proposito la delegazione ha invitato l’assessore Coletto a far tenere in debita considerazione il documento votato all'unanimità dal Consiglio Comunale di Spoleto. Molto esaustive le risposte dell'assessore che, ribadendo il suo apprezzamento per l'opera svolta dal City Forum, ha precisato che: 

- una volta che l'ufficio competente avrà concesso la richiesta di delega che consente l'espletamento del servizio anche là dove non si raggiungono le mille nascite in un anno, provvederà alla riapertura del Punto Nascita. 

- il documento redatto dalla commissione paritetica è in fase di completamento e nelle prossime settimane sarà disponibile. 

L'ospedale di Spoleto resterà Dea di primo livello e sarà inserito fra i 7 ospedali regionali che manterranno simili caratteristiche. L’assessore e la delegazione hanno poi condiviso l'importanza di confrontarsi periodicamente sulla problematica sanità, senza scavalcare in questo le varie rappresentanze e valenze istituzionali, ma alle stesse funzionale e di supporto. 



I commenti dei nostri lettori

Elel

20 giorni fa

...roba da far accapponare la pelle, quello che è successo ad un mio conoscente, ricorso al Pronto Soccorso di Spoleto per un blocco urinario in ore notturne: "... ma lei lo sa che qui non c'è urologia?"... "qui ci vuole un catetere a tre vie, ce l'abbiamo? "boh..!"... "tocca cercarlo..."....

San Tommaso

21 giorni fa

Le solite promesse di Pinocchio

Dubbioso

22 giorni fa

Bisogna credergli? Lo sapremo solo dopo le elezioni.

XXX

22 giorni fa

" ....ma mi faccia il piacere!..." (Totò)

paneolio

22 giorni fa

qualcosa di nuovo??????

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.