cultura e spettacolo

Modern Music School torna da Comacchio

 

Grande successo per i giovani allievi di Roberto Carlini

 

Grande successo per i ragazzi della Moder Music School di Roberto Carlini, approdati a Comacchio venerdì per partecipare al Festival “Mare di Musica” che ha visto sui palchi allestiti per l’occasione quasi 1000 ragazzini provenienti da tutta Italia.

La scuola spoletina, unica scuola rappresentante l’Umbria, ha portato sui palchi di Comacchio 17 pezzi interpretati musicalmente da due band, una di giovanissimi (under11) e l’altra di ragazzi di massimo 30 anni. 

Le due serate di venerdì e sabato hanno riempito la città di note musicali provenienti da ogni piazza.

Un mare di folla per la serata di sabato dove la musica della Modern Music School ha tenuto banco per le vie della città attirando l’attenzione dei curiosi che, soprattutto nel vedere la band dei “piccoli”, non ha potuto che fermarsi ad ascoltare e riprendere i performer spoletini. 

Per i ragazzi ed i bambini della scuola è stata l’occasione di affinare la sintonia tra i membri delle band e insieme di scambiarsi componenti, vedendo i grandi partecipare ai pezzi dei piccoli e viceversa. 

Si sono divertiti, si sono messi in gioco, hanno anche pianto dalla paura di trovarsi di fronte ad un pubblico di sconosciuti così tanto vasto ma poi hanno preso coraggio e se la sono goduta al cento per cento finanche buttandosi a terra durante gli assoli di basso/chitarra! 

È stata una strepitosa occasione di vita prima di tutto e poi di divertimento, dopo un anno investito ad imparare il degno coronamento è mettersi in gioco e misurare se stessi con una visione futura e con una consapevolezza presente e così è stato. 

I genitori e accompagnatori hanno visto i ragazzi impegnarsi in modo straordinario durante le prove che hanno richiesto non poco tempo e non poca fatica e poi li hanno visti felici e soddisfatti mentre allietavano la serata di tantissime persone. 

Il ringraziamento di tutti i genitori è per Roberto Carlini che ha saputo, anche in poco tempo, mettere i ragazzi in condizione di reggere un palco, con un pubblico di estranei, divertendosi, pur con la giusta dose di paura. 

Il ringraziamento è perché crede nei suoi ragazzi anche quando stonano cantando o prendono la nota sbagliata suonando e crede talmente tanto da metterli sul palco senza temere sbavature.

Il ringraziamento è anche a Valentina Saputo che con gran pazienza accoglie le mille richieste di tutti cercando di accontentarci anche quando siamo incontentabili.

Il ringraziamento è perché in un mondo tanto complicato riuscite ancora a dare uno spiraglio di presente pulito, senza competizione ma solo accompagnato dal divertimento e dal suono della musica, balsamo per le anime di tutti noi!

Ci vediamo al prossimo Festival!



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.