società

Rigenerazione urbana: gli incontri a Eggi e San Giacomo

 

Proseguono le iniziative promosse dal Comune per presentare alla popolazione i lavori finanziati dal Fondo complementare al Pnrr

 

Proseguono gli incontri di partecipazione organizzati dall’amministrazione comunale per la presentazione dei progetti di rigenerazione urbana. Dopo il primo appuntamento svoltosi a Poreta il 7 maggio, il sindaco Andrea Sisti e l’assessore alla valorizzazione della rigenerazione identitaria urbana, rurale, produttiva e delle infrastrutture sostenibili Manuela Albertella hanno illustrato le ipotesi di riqualificazione anche a Eggi e San Giacomo.

Due gli interventi che l’amministrazione comunale intende realizzare e su cui i tecnici dell’Ente (presenti agli incontri anche il dirigente Vincent Ottaviani, l’architetto Sara Spitella e l’ingegnere Fabio Ceccarelli) hanno lavorato in questi mesi. Nel quadro del programma generale, finanziato attraverso il Fondo complementare al PNRR dedicato alle aree terremotate con € 2.160.000, le risorse impiegate a San Giacomo e Eggi ammontano a 722.250 euro.

A Eggi l’intervento riguarderà sia gli spazi tra l’attuale sede dell’Arci (luogo simbolico e di aggregazione) e la chiesa di San Michele Arcangelo, interessando anche l’area antistante la porta urbica, sia gli spazi antistanti il centro polivalente e la scuola materna realizzata dopo il sisma del 2016 grazie alla donazione della Fondazione Francesca Rava. A San Giacomo invece l’intento è di operare una complessiva rigenerazione urbana nello spazio davanti al bocciodromo comunale. La ridefinizione degli spazi permetterà non solo di riqualificare il parcheggio, ma anche di prevedere la realizzazione di una piazza vicino all’area verde, migliorando l’arredo urbano con l’istallazione di nuovi elementi e di un’illuminazione ecosostenibile e di riqualificare i campi sportivi.

Agli incontri hanno partecipato anche il presidente del Consiglio comunale Marco Trippetti, il vicesindaco Stefano Lisci e gli assessori Letizia Pesci, Luigina Renzi, Agnese Protasi e Danilo Chiodetti.

“Tornare a partecipare i progetti prima della loro approvazione, dando modo ai cittadini di confrontarsi con i tecnici e con l’amministrazione – ha spiegato il sindaco Sisti – permette di affrontare in anticipo anche gli aspetti legati alla gestione di questi spazi una volta che saranno riqualificati. Quello che dobbiamo infatti evitare, soprattutto quando si tratta di risorse pubbliche, è la mortificazione degli interventi per via della mancata manutenzione o della cattiva gestione. Il Comune e le associazioni che operano nel territorio devono dialogare e operare insieme per evitare che questo accada: questi incontri hanno anche questa utilità”.

I prossimi incontri, che inizieranno sempre alle ore 18.30, sono in programma venerdì 13 ad Azzano, presso i locali della ex scuola e sabato 14 maggio a Bazzano inferiore, nell’area antistante la chiesa.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.