società

Don Matteo 13, parla il produttore: 'Raoul Bova? L'ho convinto così'

 

Nuovi aneddoti rivelati sulla nuova stagione dello sceneggiato, al via su Rai Uno ufficialmente a partire dal 10 marzo

 

Cresce l’attesa per vedere in tv “Don Matteo 13”. La nuova stagione dello sceneggiato andrà in onda dal 10 marzo e proporrà spettatori numerose novità. Prima tra tutte, l’avvicendamento tra Terence Hill e Raoul Bova nel ruolo di protagonista che dovrebbe avvenire nel quinti episodio. Ma come ha fatto la Lux Vide a convincere Bova e a coinvolgerlo nel progetto?

A rispondere è stato l’amministratore delegato Luca Bernabei ai microfon di "Tv, Sorrisi e Canzoni". “Ricordo ancora il giorno in cui ne ho parlato per la prima volta con Raoul. Eravamo in macchina e gli ho chiesto: ‘Tu faresti mai un prete?’. Mi ha risposto di sì. Allora ho continuato: ‘Faresti mai un prete in Don Matteo?’. Mi ha risposto ancora di sì, senza esitazione. Raoul è in un momento di grazia, è sereno ma, nello stesso tempo, fragile e questa sua fragilità la porta nel ruolo di don Massimo, una bellissima figura di prete moderno”. 

Con lui, ha aggiunto Bernabei, ci sono “i grandissimi professionisti che già conosciamo come Nino Frassica, Maria Chiara Giannetta e Maurizio Lastrico. E c’è la mano dello sceneggiatore Mario Ruggeri, che è un maestro di scrittura popolare”. I rapporti tra la Lux Vide ed Hill, nonostante il suo addio alla serie, non si interromperanno. “Con Terence continueremo a lavorare: ci ha portato una storia molto bella e molto divertente per un film western, il genere che lui ama”.



I commenti dei nostri lettori

Un telespettatore In frenetica attesa

8 giorni fa

Apparentemente (nella foto) Raoul Bova e Nino Frassica sembrano andare perfettamente d'accordo. Quindi le loro indagini promettono bene. Bisognerà vedere che cosa accadrà in futuro quando a Spoleto nelle sale di proiezione, invece di un prete, capiterà un ex pistolero famoso come Terence Hill. Anche se le sue imprese saranno orientate sui suoi ricordi di quand'era giovane, penso che il contrasto con il ruolo di prete (Don Matteo) emergerà tutto.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.