cronaca

Altro passo avanti verso la riapertura del liceo scientifico 'Volta'

 

La Provincia di Perugia sta completando l'iter necessario per pubblicare la gara tesa ad affidare i lavori

 

Si avvicina la riapertura del liceo scientifico Alessandro Volta. La Provincia di Perugia, infatti, ha assegnato altri due incarichi necessari per procedere poi alla pubblicazione della gara tesa ad affidare i lavori di demolizione e successiva ricostruzione del plesso, chiuso nel 2016 a causa delle lesioni prodotte dal terremoto: si tratta, in particolare, dell’esecuzione delle prove strutturali e delle indagini geognostiche (25 mila euro) e della sorveglianza archeologica (2 mila euro).

Dell’elaborazione della progettazione esecutiva e definitiva, invece, se ne sta occupando il raggruppamento temporaneo di professionisti formato da Eutecne s.r.l, Exup srl, dall’ingegner Francesco Longarini e dallo studio dell’architetto Carlo Bertolini (353.987 euro). A breve quindi l’Ente potrà avviare l’iter finalizzato ad aggiudicare gli interventi da oltre 7 milioni che consentiranno di realizzare il nuovo edificio del Volta. 

Le operazioni, come noto, sono finanziate dalle risorse messe a disposizione dall’Ufficio speciale per la ricostruzione “confermate con l’ordinanza commissariale n.109/2020”. Il complesso, una volta pronto, accoglierà anche il liceo delle scienze umane Gregorio Elladio. “A seguito di varie analisi tecniche - ha fatto sapere la Provincia riferendosi all’istituto magistrale - è emersa l’impossibilità di effettuare qualunque opera di miglioramento sismico in quanto, all’interno dell’unità strutturale contenente gli spazi ad uso scolastico, sono presenti dei locali di proprietà privata che non essendo risultati inagibili e di conseguenza privi di finanziamento, sarebbero soggetti ad accolli economici, ciascuno per la quota parte di proprietà”.

 



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.