politica

Piccolo riassunto della situazione

 

Al ballottaggio andranno Sisti e Grifoni. Le considerazioni di Enzo Ercolani

 

Domenica 17 e lunedì 18 ottobre ci sarà il ballottaggio per l’elezione del sindaco. La partita si giocherà fra Andrea Sisti e Sergio Grifoni. Il primo ha avuto oltre il 32 per cento delle preferenze, il secondo oltre il 25. C'è uno scarto di 7 punti: non sono tanti ma neppure pochi e, sicuramente, saranno una bella fonte di preoccupazione, nei prossimi giorni, per entrambi i candidati. I  quali candidati, al dunque, rappresentano la Destra e la Sinistra che si contendono il governo di questa città. 

E' interessante, per come la vedo io, analizzare il modo in cui le due compagini (Destra e Sinistra), sono arrivate a questo punto. Perché aiutano a capire, io credo, come sta messa la politica nel nostro Paese nell'anno di grazia 2021. Partiamo da Andrea Sisti. C’è stato un tempo, neppure tanto lontano, in cui, nel Pd, si operava attraverso le primarie. Questa metodologia di lavoro, peraltro in linea con una democraticità costantemente ostentata, è stata però abbandonata (colpa del Covid?) in favore di candidature decise da discussioni interne. 

Il Partito spoletino, che aveva scelto, come candidato sindaco, Stefano Lisci, giovane concittadino piuttosto esperto della macchina comunale, ha dovuto però subire il "niet" dei vertici regionali e nazionali che hanno imposto Andrea Sisti, un agronomo professionista che ha casa a Perugia ed è, si dice, il risultato di un accordo raggiunto, altrove, fra il Movimento 5 stelle ed il PD. Insomma: chi si candida a rappresentare i cittadini di Spoleto non vive la nostra città    e viene designato da altri, perché ci sono di mezzo gli accordi nazionali.

E non finisce qui, poiché chi si oppone a questo modo di fare, non rispettoso, a parere dei più,  dei diritti degli  spoletini ma solo di ‘superiori’ giochi di potere, viene costretto ad uscire dal Partito (un Partito, conviene ricordarlo, che proponeva fino a ieri  l'Unità come  sua bandiera).

Passiamo alla Destra, che è giunta al 3 ottobre alquanto divisa, dimostrando che la tanto decantata unione è ancora al di là di venire ed ha, al momento, solo una funzione elettorale. Anche qui gli spoletini hanno assistito ad un esperimento davvero interessante. Sergio Grifoni, una storia personale trasudante impegno civico e trascorsi politici nel centrosinistra, è stato “captato” da Fratelli d' Italia, evidentemente a corto di valide rappresentanze locali, e “lanciato” nell’agone dove ha raccolto migliaia di consensi conquistando il ballottaggio.

Entrambi i soggetti, insomma, sono il  frutto di alchimie da laboratorio (sebbene uno, va detto, è spoletino doc e si è sempre dato molto da fare per la sua città). Ecco come funziona oggi a Spoleto (e non solo a Spoleto) la Politica. I Partiti, a livello locale,  annaspano, perdono le loro radici territoriali e sono sempre più gestiti dall’alto, dove i capoccioni brigano per i loro traffici. 

Ora si tratta di vedere cosa può accadere fra qualche giorno. Se la Destra riesce a compattarsi, Sergio Grifoni, almeno sulla carta, ha i numeri per azzerare il distacco ed avere la maggioranza. Sul versante della Sinistra , invece, c'è da fare tanto più lavoro. Per non correre il rischio che un'operazione, francamente iniziata male, possa finire anche peggio.



I commenti dei nostri lettori

Luigi cintioli

15 giorni fa

Sisti , sindaco bene. Ma poi Camilla già assessore nella giunta di destra di caldarelli che c’entra con il PD? Lisci figlio di Luciano lisci che con il voto favorevole ha fatto fare L ospedale a Foligno e non a campello che farà il vice sindaco? Non conviene rischiare. Grifoni merita il voto Dr Luigi cintioli

fabien

16 giorni fa

Le considerazioni di Ercolani,il cui cognome non denota origini spoletine(si intuisce dall'unico nome nell elenco telefonico)lasciano il tempo che trovano sulla spoletinità di Sisti e della sua conoscenza del territorio,siccome uno dorme per motivi familiari in altro comune,secondo il sommo,non dovrebbe conoscere quello dove è nato,dove è stato fino a 25 anni e dopo aver girato un po' per il mondo,ha organizzato uno studio professionale da 20 anni nel territorio del quale,proprio in virtu' del lavoro,ne conosce le dinamiche socioeconomico,piu' di tanti presuntuosi indigeni,signor Ercolani,invece delle elucubrazioni sui movimenti piu o meno sotterranei che derminano le scelte di qualche partito,si preoccupi sdi legggere il programma di sisti,magari lo vada ad ascoltare da qualche parte,perchè immagino,che in questa fase di ballottaggio,ci saranno,da parte dei due contendenti,delle iniziative pubbliche,,poi magari si riaffacci su questa rubrica

Giovanni Paroli

16 giorni fa

Era un articolo obiettivo o una dichiarazione di voto? Capisco che la domanda è stupida in quanto l’ho posta a chi forse prima avrebbe dovuto quantomeno spiegare ai suoi lettori cosa intende quando parla di “Spoletino DOC”, probabilmente nascerci e lavorarci fa di Andrea Sisti un extracomunitario!

Carlo Bussoni

16 giorni fa

Alla luce di quanto sopra, volete continuare a votare uno che di Spoleto non gliene po' fregà de meno? Caxxi vostri. Però, dopo, nun ve lamentate.

Luigi cintioli

16 giorni fa

A sisti dedico questa frase. “Una volta che hai detto che ti va bene anche piazzarti al secondo posto, è proprio quello che ti capita.” JOHN FITZGERALD KENNEDY Grifoni merita il voto. Dr luigi cintioli

Luigi cintioli

16 giorni fa

Non sono di destra,ma Grifoni meriterebbe il nostro appoggio. Dr luigi cintioli

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.