cronaca

Spoleto e la Valnerina in lutto: è scomparso Enzo Cori

 

Per anni ha ricoperto l'incarico di vice presidente del Club Alpino Nazionale, promuovendo e valorizzando il patrimonio ambientale del territorio

 

Aggiornamento delle 22.30: “Ci rattrista enormemente la scomparsa di Enzo Cori, perché con lui Spoleto perde una delle persone più sinceramente innamorate della città”. Esprime il proprio cordoglio l’amministrazione comunale, dopo aver appreso stamattina la notizia della scomparsa di Enzo Cori.

Assessore allo sport e all’ambiente nella seconda metà degli anni Novanta durante la giunta di Sandro Laureti, grande conoscitore e appassionato della montagna, Cori è stato per tre volte, tra la fine degli anni ‘80 ed i primi anni Duemila, presidente della sezione di Spoleto del Club Alpino Italiano fino a ricoprire l’incarico di consigliere nazionale del CAI. Nel 2010 era stato eletto presidente dell’associazione Aglaia.

Uomo di grande umanità negli anni si è impegnato, senza mai risparmiarsi, nel mondo del volontariato, nell’associazionismo e nelle istituzioni. Giungano alla famiglia le condoglianze del Sindaco Umberto de Augustinis, della giunta e della città tutta”.

————————————

Spoleto perde un altro dei suoi personaggi più rappresentativi. Nelle scorse ore è scomparso infatti Enzo Cori: a darne notizia, “ad esequie avvenute per sua volontà”, sono stati i familiari. Cori era molto stimato e ben voluto da tutti quelli che lo conoscevano, sia per le sue qualità umane che professionali. Da sempre impegnato nella promozione e nella valorizzazione del patrimonio ambientale, aveva ricoperto la carica di vice presidente del Club Alpino Nazionale nonché quella di guida, sempre a disposizione di chi fosse interessato a scoprire le bellezze paesaggistiche del territorio. 

Numerosi i libri da lui pubblicati, tra cui “Umbria le più belle escursioni” scritto al fine di invitare i lettori a “camminare lentamente, per scoprire verdi colline e altipiani, valli e pianure, laghi e fiumi, dove passato e presente sono perfettamente armonizzati e costituiscono una continua e piacevole scoperta. Boschi ed eremi, siti Unesco e siti archeologici, chiese e castelli si lasciano avvicinare a piedi o in bicicletta in tutte le stagioni dell’anno anche nelle più fredde e rigide giornate invernali, e sono un invito a vivere un rapporto diretto, ricco di sensazioni di serenità, che solo la terra può infondere”. Alcune sue interviste sono disponibili qui e qui. Cori, inoltre, aveva curato la progettazione della segnaletica turistica ancora oggi situata lungo il giro dei Condotti. 

Su Facebook sono diversi i messaggi di cordoglio lasciati dai suoi amici. "Enzo lascia un grande vuoto nella grande famiglia CAI, di cui era un pilastro portante" sono le parole di Silvano Monti. Eventuali offerte, fanno sapere i suoi familiari attraverso il necrologio, possono essere inviate all’associazione per l’assistenza palliativa “Aglaia” Onlus (Iban IT38Q0306909606100000156203). 



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.