cronaca

Nuovo direttivo per il comitato regionale Fita Umbria

 

Riconfermato per il prossimo quadriennio il presidente Francesco Segoni: 'Dovremo utilizzare forme di spettacolo inusuali fino ad ora'

 

Lo scorso sabato, mediante videoconferenza, sono state rinnovate le cariche sociali del Comitato regionale Fita Umbria, alla presenza delle compagnie affiliate, del Presidente nazionale Carmelo Pace, dei consiglieri nazionali Giunio Lavizzari Cuneo e Giuseppe Minniti.

Riconfermati per il prossimo quadriennio, il presidente regionale Francesco Segoni così come il tesoriere Emilio Moro e il consigliere Gianni Bevilacqua al quale, per il nuovo mandato, è stato affidata anche la delega alla gestione delle manifestazioni regionali organizzate dal Comitato.

Nuove entrate sono: Federica Agabiti che assume il ruolo di vice presidente, Elvira Picchioni già responsabile dell’ufficio stampa e Beatrice Cozzari alla quale è stata affidata la delega alla gestione regionale di progetti Fita nazionale quali l’Accademia del Teatro Italiano, il premio Fitalia e la scuola di alta formazione ITAF. Il presidente regionale Francesco Segoni, nel presentare la sua relazione quadriennale, ha desiderato ricordare il sorriso dell’ex presidente regionale Bruno Cavinato, purtroppo non più tra noi da qualche anno, che ha dato con grande entusiasmo un impulso fondamentale allo sviluppo della Fita in Umbria.

Ha voluto altresì ringraziare i consiglieri uscenti Daniele Peluso, Nazzaro Sigismondi e Luciano Bettucci per l’impegno profuso nei quattro anni di mandato appena concluso. Guardando il futuro, il presidente riconfermato, ha dichiarato che sarà un quadriennio complesso nel quale la Fita Umbria dovrà lavorare per utilizzare forme di spettacolo inusuali fino ad ora, al fine di superare con “danni limitati”, per le Compagnie teatrali, la attuale fase emergenziale e incentivare, quando sarà possibile, il ritorno del pubblico agli spettacoli di teatro amatoriale.

Il Comitato Regionale Umbria, con sede legale in Spoleto è articolazione territoriale di FITA una federazione di associazioni culturali, artistiche ed in particolare di teatro amatoriale senza fini di lucro, apartitica e aconfessionale. Ha lo scopo di stimolare e sostenere la crescita morale, spirituale e culturale dell'uomo attraverso ogni espressione dello spettacolo realizzato con carattere di amatorialità. Promuove la diffusione dell'arte teatrale e dello spettacolo in ogni sua forma; nonchè l'utilizzo, la gestione ed il recupero, degli spazi teatrali e/o teatrabili.

Tra le varie attività realizzate nel periodo pre-Covid si possono elencare: Stagione Teatrale Regionale Fita Umbria 2019, Laboratorio di logopedia applicato all'attore, Fondamenta - una rete di giovani per il sociale - laboratorio di teatro sociale - Stroncone 2018, Laboratorio di arte scenica, Ripartiamo con un sorriso - rassegna teatrale pro terremotati.



I commenti dei nostri lettori

Spettatrice assidua

2 mesi fa

Complimenti per aver sempre organizzato spettacoli di qualità a costi bassi. Speriamo di rivederci presto al teatro. Buon lavoro e congratulazioni a tutto lo staff.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.