cronaca

Due raccolte fondi per dotare l'ospedale di nuovi macchinari

 

Le iniziative avviate da alcuni cittadini e dalle associazioni del territorio. I proventi saranno utilizzati per acquistare strumenti da donare poi al personale sanitario impegnato nella lotta contro il Covid

 

La città continua a stringersi intorno al San Matteo degli Infermi. Da qualche giorno è infatti scattata una campagna di raccolta fondi tesa all’acquisto di vari materiali e strumenti da donare poi agli operatori sanitari: i proventi, in particolare, saranno utilizzati per acquistare 6 sfigmanometri elettronici attraverso cui ridurre il rischio di contagio nei reparti riservati ai malati di Coronavirus, un nebulizzatore disinfettante per ambienti e tute bianche diverse da quelle in dotazione (ritenute dallo stesso personale grandi e in alcuni casi scomode).

L’iniziativa è stata avviata da alcuni cittadini in collaborazione con le associazioni “Il Sorriso di Teo”, “Mtb Club Spoleto”, “Gocce d’amore per l’Africa”, “La SpoletoNorcia in Mtb”, “Performat Salute Umbria”, “Social Sport Spoleto”, “Spoleto City Forum”, “Vespa Club” e del comitato “Spoleto in Provincia di Terni”. Chiunque voglia contribuire può farlo inviando un bonifico bancario con causale “Forniture Ospedale di Spoleto” all’Iban IT23V0344021800000000151900 intestato a “Il sorriso di Teo”.

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile scrivere all’indirizzo ilsorrisoditeo@gmail.com oppure visitare il gruppo Facebook “Salviamo l’Ospedale - Difendiamo Spoleto”. “Dimostriamo che con l’unità e la solidarietà i cittadini sanno reagire con forza ad una pandemia globale. Tutti i soldi ricevuti - spiegano i promotori - saranno spesi fino all’ultimo centesimo per i materiali richiesti dall’ospedale. ‘Il Sorriso di Teo’ si farà carico della gestione trasparente della raccolta, aggiornando periodicamente lo stato delle donazioni ricevute, le spese sostenute per ogni singolo materiale acquistato e tempistiche di consegna”. Un salvadanaio targato “Vespa Club” è inoltre presente nel Caffè dello Sport di viale Trento e Trieste. 

Nel frattempo l’Usl Umbria 2, al fine di “fronteggiare l’emergenza sanitaria”, si appresta ad arruolare “dirigenti medici” da destinare alla struttura complessa di medicina e al pronto soccorso Covid. Le assunzioni, ritenute fondamentali come si legge nelle delibere n. 1308 e 1314 del commissario straordinario Massimo de Fino, saranno “a tempo determinato della durata di un anno non rinnovabile”: l’obiettivo è quello di rimpolpare l’organico operante all’interno del “San Matteo degli Infermi” e continuare ad erogare servizi di qualità all’utenza.

I bandi, pubblicati nello scorso fine settimana, si sono già chiusi ed ora si attende di sapere quanti sono i professionisti che hanno risposto: la procedura che porterà all’innesto di forze fresche si preannuncia rapida visto che “stante l’attuale stato di emergenza sanitaria e l’urgente necessità di disporre di una graduatoria, la valutazione dei titoli dei candidati verrà effettuata dal direttore del dipartimento Area Medica”.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.