politica

L'appello di 'Laboratorio': 'Difendiamo Spoleto tutti insieme'

 

I consiglieri di maggioranza Montesi, Ranucci e Mancini ringraziano gli esponenti della Lega che 'hanno saputo tenere una posizione equilibrata sostenendo senza ombra di dubbio le prerogative della città'

 

Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo consiliare di maggioranza "Laboratorio", composta da Massimiliano Montesi, Roberto Ranucci e Mario Mancini:

"Esistono momenti nei quali una Comunità ha l’occasione di manifestare  il suo essere un’entità vera, forte e visibile. Nell’antichità capitava spesso. Sicuramente, uno di questi è l’attuale. Il Gruppo comunale civico Laboratorio ha espresso molte volte le sue perplessità sulla unilateralità della decisione della Regione di utilizzare l’ospedale di Spoleto praticamente in modo esclusivo per la gestione della pandemia Covid 19. 

Come partecipi della città eravamo e siamo preoccupati perché le istituzioni cittadine dovevano e potevano essere coinvolte ed informate. Inoltre, Se queste scelte fossero espressione di un metodo, potremmo presto trovarci davanti allo smantellamento di strutture a cui la Città ha partecipato anche economicamente, senza esserne informati. Un adagio dice: se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme. Su questa vicenda non ha senso per nessuno arrivare primo, ma tutti dobbiamo arrivare lontano perché ne va davvero di mezzo il futuro di tutti.

Attualmente siamo molto preoccupati nel merito perché le istituzioni politiche cittadine, salvo prova contraria, non hanno né partecipato né assistito alla preparazione dell’ospedale per una siffatta e repentina svolta, che è avvenuta all’improvviso. Tutti eravamo convinti che sussisteva la possibilità di fare scelte meno penalizzanti per Spoleto ed il suo circondario studiando soluzioni alternative che garantissero le cure necessarie sia ai malati Covid che a quelli con altre patologie (che purtroppo esistono ancora).

Detto questo con l’incontro che il sindaco ha avuto nei giorni scorsi con il consulente per il covid della presidente della Regione Umbria Bertolaso, vista la sua disponibilità al dialogo e la sua volontà di aiutare a  risolvere i problemi che si sono manifestati e ancora più seriamente vanno manifestandosi, si è aperta una pagina nuova che può consentire un avvio di dialogo.

Ciononostante chiediamo a tutti quelli che hanno a cuore il diritto alla salute del comprensorio e della città, di rimanere insieme, vigili e determinati. noi ci siamo e ci saremo.

Esprimiamo coesione e partecipazione ai consiglieri della Lega che hanno saputo tenere una posizione equilibrata sostenendo senza ombra di dubbio le prerogative della città e ricordando bene il patto elettorale e democratico, siglato con chi li ha eletti e che li impegna e li impegnerà a difendere, al primo posto, la salute dei cittadini, ed al capogruppo di Forza Italia per l’intelligente e fattivo impegno dimostrato in questa vicenda.

La cura e la premura per la salute dei  cittadini ci accomuna anche a tutti i consiglieri comunali che, in nome dello stesso patto siglato con la città, hanno capito che in questo momento cosi difficile bisogna mettere in comune risorse e talento per dare la prova dell’amore per la città attraverso fatti ed atti coerenti con la lealtà e coraggiosi.  

È il momento di essere uniti per fronteggiare questa emergenza, che ha posto la salute al centro di ogni azione come bene primario, dal quale discende la possibilità di esercizio di tutti gli altri diritti ed ha evidenziato non solo l’amore verso l’ospedale di tutti gli spoletini, ma anche l’essenzialità e l’importanza di un presidio sanitario nel quadro di uno sviluppo socio economico della città e del suo circondario. Ci attendono molti giorni difficili. ricordiamo anche che la felicità di una città consiste nella sua libertà, e la sua libertà nel coraggio. 



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.