sport

Il Boxing Club 'Diego Bartolini' Club La Sfida ricorda il suo amato Diego, scomparso il 4 settembre del 2005

 

Quindici anni fa l'incidente mortale che costò la vita al giovane pugile nursino che dà il nome al sodalizio sportivo. Le parole del tecnico e dei dirigenti passati e presenti

 

Un atleta, un istruttore, un amico. A quindici anni dalla sua prematura scomparsa, il Boxing Club "Diego Bartolini" Club La Sfida ricorda l'amato Diego, che dà il nome al sodalizio sportivo con sede a Montarello. "Quindici anni fa, esattamente il 4 settembre 2005, abbiamo ricevuto la più brutta telefonata della nostra vita", racconta la past president Alexandra Almmon. "Diego Bartolini era morto in un incidente stradale con la sua moto. Era un nostro pugile, grande atleta. Lavorava tutto il giorno, si allenava e insegnava ai bambini. Ma oltre a tutto questo, era un grande amico".

"Lo spazio di Facebook non basterebbe per elencare tutte le sue qualità", le fa eco il tecnico Valentino Giacomelli. "Se n'è andato troppo presto, troppo giovane, aveva una vita davanti. Dal giorno della sua scomparsa abbia cambiato il nome alla società sportiva: non più 'Terzo Millennium', ma 'Boxing Club Diego Bartolini'. Si chiamerà sempre così. Ciao Diego".

"Me lo ricordo come fosse oggi", il pensiero del vicepresidente Daniele Ubaldi. "Ero a Norcia, era l'apertura della stagione venatoria. Vidi l'ambulanza sfrecciare lungo la Valnerina, a 500 metri circa da dove mi trovavo. Poi mi chiamò il Corriere dell'Umbria, con il quale all'epoca collaboravo, per chiedermi i dettagli. Lo seppi così. Piangendo, diedi tutte le informazioni su questo mio povero amico di infanzia, buono come il pane".

"Non ho avuto il piacere di fare la sua conoscenza", conclude l'attuale presidente Rosario Murro. "Andiamo avanti nel suo nome. In località Montarello esiste una bella realtà di Sport, di cui credo che il nostro Diego possa andare fiero".



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.