sport

Lo Spoleto Calcio non iscritto al prossimo campionato di Eccellenza. Ennesima batosta per la città. AGGIORNAMENTO

 

Si conclude nel peggior modo possibile la stagione. A vuoto i tentativi avviati per individuare soggetti interessati a rilevare la società

 

Aggiornamento delle 17: sulla vicenda il sindaco Umberto de Augustinis ha dichiarato: “Certamente dispiace per la mancata iscrizione dello Spoleto al prossimo campionato, che giunge alla fine di una stagione sfortunata e che soprattutto delude quella tifoseria che ha caparbiamente sostenuto il nome di una squadra certamente prestigiosa in Umbria”. Nessun commento rilasciato dal consigliere comunale con delega allo sport Massimiliano Montesi.

------------------

Lo Spoleto Calcio non parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza. La notizia, circolata nelle scorse settimane, è ufficiale: la dirigenza guidata dalla principessa saudita Norah Bin Saad al Saud, non ha iscritto la squadra decretandone così il fallimento. Si conclude quindi nel peggior modo possibile la stagione della società, costretta a disputare le partite casalinghe a Bevagna (il Comune non ha concesso la gestione dello stadio) ma capace di raggiungere il secondo posto prima del blocco delle partite a causa dell’emergenza Coronavirus. La principessa già a luglio aveva espresso i propri dubbi, dando mandato ai suoi collaboratori di avviare le procedure volte ad individuare nuovi soggetti interessati a rilevare lo Spoleto. Niente da fare. Da qui la decisione di mollare tutto. Per la città, si tratta nell’ennesima batosta. 



I commenti dei nostri lettori

come no

2 mesi fa

"La principessa", ma certo

UN CITTADINO

2 mesi fa

Salvo errori, la principessa, pur prendendo in mano una voluntas appesantita di debiti dovute alle deficitarie gestioni precedenti, ha fatto fronte completamente agli impegni presi di propria competenza oltre a debiti pregressi la cui mancata estinzione sarebbe stata di impedimento al proseguimento dell'attività sportiva. L'amministrazione comunale invece è rimasta semplicemente con le mani in mano a guardare dalla finestra ed oggi, non rendendosi conto dell'ennesimo fiasco del proprio mandato a Spoleto, critica la principessa. Non è che per caso il Comune pensava di aver trovato "Babbo Natale" nella Principessa.

il cospaiese

2 mesi fa

Il paesello dei beoti. Basta vedere i fallimenti di cooperative agricole gestite da amministratori incompetenti, nominati da politici. Il furto della Doc Spoleto a favore di Montefalco. Lo scippo del Vus, lasciandovi sul groppone la discarica di Sant'Orsola. Il fallimento di SCS e di BPS, gestite da porchettari e, l'arrivo di Banca Desio. Insomma un tourbillon di eventi con in prima fila un popolo di accattoni

Giovanni

2 mesi fa

IL CONSIGLIERE DELEGATO ALLO SPORT EDESSO CHE CI FA CON LO STADIO?

Fuoretti Guerrino

2 mesi fa

Scusate, per commentare bisogna sapere che a Spoleto esisteva una squadra di calcio, che faceva il campionato di eccellenza, siete sicuri che il delegato allo sport ne fosse a conoscenza?

Oderisi d’Agobio

2 mesi fa

Dagli ippodromi nazionali, ai Conti di Varane e Camerino, dagli industriali tedeschi che investivano miliardi, alle distillerie di whisky alle Accademie di Scenografia, e potrei continuare.... compresa la Principessa Saudita ....Spoleto è la città degli asini che volano, e c’è chi li vede e dice : no, sono due..... tutto perché nessuno si è ancora tolto l’anello dal naso.... ma nessuno fa mai una sincera autocritica a questa città ed ai suoi cittadini?

Più grande è l'illusione maggiore è la delusione.

2 mesi fa

Devo ricredermi! Purtroppo ha ragione chi non ha creduto alle intenzioni calcistiche della "principessa" sin dall'inizio.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.