cronaca

Inchiesta aperta sulla progettazione del polo scolastico in zona San Paolo

 

La Guardia di Finanza in Comune per acquisire una serie di documenti

 

Aggiornamento delle 17.43: "Siamo assolutamente tranquilli. La Corte dei Conti ha una funzione di controllo e si muove seguendo le proprie logiche. Ha la piena facoltà, quindi, di avviare questo tipo di indagini. Per quanto ci riguarda, però, non abbiamo alcun motivo per essere preoccupati". E' il commento del sindaco Umberto de Augustinis.

-------------

La Corte dei Conti ha aperto un’inchiesta sui 300 mila euro spesi dal Comune per la progettazione del polo scolastico in zona San Paolo, poi mai realizzato per volontà della Giunta. Nei giorni scorsi il personale della Guardia di Finanza si è recato in Comune per acquisire tutti i documenti riguardanti la vicenda. L’indagine, in particolare, è stata avviata per capire se la decisione dell’Amministrazione di abbandonare il progetto in favore della ricostruzione in loco della scuola materna “Prato Fiorito” e media “Dante Alighieri” (entrambe chiuse a causa dei gravi danni prodotti dal terremoto del 2016) possa aver causato un danno erariale.



I commenti dei nostri lettori

Voltaire

13 giorni fa

...certo che ci hanno visto con gli anelli al naso! infatti, li hanno bell'e che spesi questi 300000 euro. Visto che ci siamo, c'è qualcuno in grado di spiegarci di chi è, da dove viene questa bella sommetta di denaro che sarebbe stato meglio impiegare diversamente e più utilmente?

Moreno angeli

15 giorni fa

300000 euro di progettazione per dei lavori mai iniziati e che mai saranno eseguiti.Ma questi ci hanno visto con gli anelli al naso? Speriamo che la guardia di finanza vada fino in fondo e non si faccia infinocchiare da questi balordi politici locali e regionali. Ps qualche volta alla fine delle inchieste sarebbe più onesto, qualora fossero ritenuti colpevoli,ripubblicare l'articolo e inserire i nomi e cognomi dei ladroni!!!!!!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.