cronaca

'Rogare', un cammino artistico per sottolineare l'importanza della cultura in Italia

 

L'iniziativa, partita oggi (9) da Assisi, farà tappa anche a Spoleto. Il 21 l'arrivo in piazza Montecitorio a Roma

 

Farà tappa anche a Spoleto l’iniziativa dal titolo “Rogare” promossa dagli artisti Albert Hera, Francesca Della Monica e Stefano Baroni al fine di manifestare al Governo “la forza e l’imprescindibilità di chi in questo Paese crea cultura”. Il tour è partito oggi ad Assisi e venerdì arriverà a corso Mazzini e in piazza della Libertà coinvolgendo, attraverso una serie di dirette Facebook, gli scultori, i cantanti, i ballerini, i pittori, i teatranti, i danzatori, gli scrittori e i liberi pensatori della città del Festival. 

Nei prossimi giorni proseguirà poi ad Arrone (il 13), Piediluco (14), Rieti (15 e 16), Ornaro (17), Fare in Sabina (18), Monterotondo (19) e Roma Metro di Rebibbia (20) per concludersi poi il 21 a Roma in piazza Montecitorio. “Canteremo a bocche cucite e in maniera pacifica la situazione dell’arte in Italia - spiegano gli organizzatori - fino a erompere in un canto di gioia, fratellanza e solidarietà. Si tratta di un cammino di fratellanza che vuole far riflettere sul sistema della cultura e dimostrare che si può protestare e far valere i propri diritti in modo legale”.

I vari sviluppi potranno essere seguiti sulla pagina di Hera. “Non è facile costruire una manifestazione senza assembramento, che rispetti le regole, che non voglia essere protesta, che sappia viversi nel comune denominatore del rispetto reciproco. Quello che sarà di ‘Rogare’ è questo dal mio punto di vista. Un punto fermo, un punto dove partire, un cammino per illuminarci - ha affermato - ma soprattutto per far chiarezza su cosa vuol dire per me essere individuo artista. Questo profilo per 12 giorni diventerà un racconto, dove cercherò di dare voce e descrivervi tutto quello che incontrerò e farò insieme a Stefano Baroni e Francesca della Monica”. Ulteriori informazioni sull’iniziativa sono disponibili sul gruppo Facebook “E come Eresia: Le Rivoluzioni siamo noi?”.

Francesca Della Monica è una delle voci più originali nel panorama della musica sperimentale italiana. Ha compiuto i suoi studi nella classe di Musica da Camera per Cantanti di Liliana Poli presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, diplomandosi poi in Canto presso il Conservatorio “Girolamo Frescobaldi ” di Ferrara. Fin dall’inizio della sua carriera si è dedicata alla musica del Novecento storico e contemporaneo, privilegiando le esperienze sperimentali e d’avanguardia. Il suo interesse per questo repertorio l’ha portata a incontrare e a collaborare con musicisti come Sylvano Bussotti, John Cage, Giancarlo Cardini, Aldo Clementi, Marco Betta, Armando Gentilucci, Roberto Fabbriciani, Daniele Lombardi, Paolo Castaldi, Giuseppe Chari, Pietro Grossi, Vittorio Fellegara, Francesco La Licata, Andrea Nicoli, Riccardo Vaglini, e a partecipare a numerose rassegne di musica contemporanea in Italia e all’estero. Da anni va conducendo una ricerca sulle diverse tecniche della voce, tradizionali e sperimentali, in particolare, quelle collegate alle notazioni non convenzionali della nuova musica e sul paesaggio 

Albert Hera, nato a Collegno (TO) il 29 agosto 1967, deve aver preso alla lettera questa richiesta perentoria dell'allora suo capo orchestra, Piero Baima, poiché da qui prende le mosse il cammino artistico di maggior rilievo nella sperimentazione vocale italiana. Ma il suo primo contatto con la musica non si consuma nel canto, bensì nello studio del clarinetto e del sassofono presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. E' solo nell'89, dopo quell'incontro quasi accidentale con la propria voce che nasce quel legame, quel binomio inscindibile che lega il nome di Albert alla vocalità ed alla sua ricerca. E' uno studio profondo, fatto di difficili prese di coscienza e messa in discussione di tutte le tecniche vocali derivate dalle diverse impostazioni e tradizioni. Dall'intima esigenza di confrontarsi su un materiale tanto nuovo ed inesplorato fonda, nel 2002, il portale www.voiceart.net che oggi conta decine di migliaia di iscritti.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.