cultura e spettacolo

Ufficiale: il Festival dei Due Mondi in programma dal 27 al 30 agosto. Ecco il cartellone

 

Accolta dal CdA della Fondazione la proposta del direttore artistico Ferrara. Possibile anche l'organizzazione di appuntamenti nel week end precedente

 

È stata accolta positivamente dal Consiglio di amministrazione della Fondazione Festival dei Due Mondi, la proposta presentata dal Direttore artistico Giorgio Ferrara per la 63ª edizione. La manifestazione, come già annunciato nelle scorse settimane, si terrà dal 27 al 30 agosto per un totale di quattro giorni, anche se nel corso dell’incontro di questo pomeriggio si è ragionato intorno alla possibilità di ampliare il programma prevedendo alcuni eventi anche nel weekend precedente (20-23 agosto).


La praticabilità di questa seconda ipotesi dipenderà, oltre che dal parere che dovrà arrivare dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, anche dalle risorse disponibili per l’organizzazione di questa edizione del Festival dei Due Mondi. Alla luce delle particolari condizioni in cui si svolgeranno tutti gli spettacoli e l’assoluta eccezionalità dell’edizione 2020, il Cda ha dato indicazioni affinché vengano ridotti al minimo i prezzi dei biglietti. 

Per quanto riguarda il programma dal 27 al 30 agosto sono previste quattro serate straordinarie:

27 agosto - Piazza Duomo - ore 21.30 Le creature di Prometeo - Le creature di Capucci  - musiche Ludwig Van Beethoven - Costumi di Roberto Capucci

28 agosto - Teatro Romano ore 21.30 - Monica Bellucci - Maria Callas Lettere e memorie

29 agosto - Teatro Romano ore 21.30 - Beatrice Rana - Recital Pianistico

30 agosto - Piazza Duomo  ore 21.30 - Riccardo Muti con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini



I commenti dei nostri lettori

Roberta Privitera

12 giorni fa

E per favore, evitiamo, almeno quest'anno, i fuochi d'artificio: spreco di denaro, inquinamento e terrore per gli animali.

comitato 19 giugno

12 giorni fa

La buttiamo lá: e se Festival e Sperimentale combinassero una stagione comune!

Marco Marcucci

13 giorni fa

Buon pomeriggio signor S.Ridicoli se si informa ,capirá bene che non viviamo su Marte.Stamattina il festival di Pesaro ha ufficialmente annunciato che andranno in scena dal giorno 8 di agosto fino al 20 e che addirittura utilizzeranno il teatro ,anche se in maniera particolare cioè con l'orchestra in platea ,da dove verranno smontate le poltrone ,ed il pubblico nei palchi.Ieri invece è stata Macerata ad annunciare le opera allo Sferisterio.Alcuni giorni fa Il Teatro dell'Opera ha emesso un comunicato stampa che dice dell'allestimento dell'opera di Verdi "Rigoletto"a Villa Borghese.Quindi ciò che dice non corrisponde a veritá ,,ancora c'è tempo per un festival più adeguato e che faccia lavorare più gente possibile,e dove sarò molto contento di accendere le luci

Siete ridicoli

14 giorni fa

Penso che viviate su Marte, sign Marcucci lei si rende conto che sará uno dei pochi addetti dello spettacolo che potrá lavorare ad agosto 2020 e che praticamente la totalitá degli spettacoli è stata cancellata o rimandata.... Quindi sia contento di di accendere le luci su un festival anche in forma ridotta. Purtroppo il momento è questo.

OPEN YOUR EYES

14 giorni fa

Poco e male, è meglio di niente???? Strategia di Marketing = 0 Dovrebbe essere poco e meraviglioso che è meglio di niente. Come rovinare il valore di un marchio....fare una cosa rimediata. Niente fantasia, niente sperimentazioni, niente balletti, niente legato al concetto di "rinascita". Sicuramente Ferrara è più magro e bello che un bravo direttore artistico....

Marco Marcucci

15 giorni fa

Signor Smith,neanche io capisco il suo commento.Nessuno dice di tornare alla normalitá nel giro di poche settimane.E' chiaro che tutti aspettano l'ok sanitario.Quello che diciamo noi è se si può fare per 4 giorni si può fare anche per 11.Se non danno l'ok non si fa.Poi considerato che cambierá tutto dal punto di vista logistico ,dalle distanze tra il pubblico, dalle distanze tra gli artisti ecc,mi sembra chiaro che bisogna abituarsi ad una nuova normalitá.Per quanto riguarda l'altra risposta vorrei dire che il comunicato stampa di ieri non è stato redatto da politici ,ma dal CDA della Fondazione Festival,e ed è più grave che sia cos' poco chiaro

Signor Smith

15 giorni fa

A chi è deluso ricorderei che "poco e male" è comunque meglio di "niente". Nelle condizioni attuali mi sembra comunque un tentativo apprezzabile di recupero di un minimo di "normalitá". Rimango basito nel vedere come, non solo in riferimento al Festival, ci si immagina di ritornare alla stessa vita di prima nel breve volgere di qualche settimana. Temo non sará così, temo che il ritorno "al passato" richiederá molto tempo, talmente tanto che (forse) sará meglio cominciare ad abituarci ad una "nuova" normalitá, con tutto ciò che ne consegue.

X Marco Marcucci

15 giorni fa

Perché stupirsi Signor Marco Marcucci? Non è mica un fatto nuovo che quando di mezzo ci si mettono i politici tutto viene complicato e ritardato per fare in modo che i cittadini non ci capiscano niente. Non lo sa che sono lì solo per questo? La loro sigla è la seguente: CCS (Complicazione Cose Semplici). Se poi commette anche l'errore di iniziare un commento o una eventuale lettera con la parola "noi lavoratori" la loro risposta dovrá attenderla a lungo. Chissá quanti vocabolari dovranno consultare per apprenderne il significato!

Marco Marcucci

16 giorni fa

Noi lavoratori del Festival,abbiamo scritto una lettera indirizzata al Sindaco (Presidente della Fondazione) al CDA della Fondazione Festival e ai giornali tutti.Lettera apprezzata e rlilanciata anche da vari politici spoletini.Le nostre perplessitá su di un festival di soli 4 giorni,sembra che non abbiano scalfito minimamente le corazze di questi signori.Poi si legge però che si è ragionato di inserire un altro week end di spettacoli, di ampliare il programma partendo dal 20Agosto.Sarebbe una buona soluzione.Ciò che non si capisce è quale sia l'ostacolo che impedisce una edizione più lunga.Spero che qualcuno ce lo spieghi.

Paolo.

16 giorni fa

Quattro giorni di festival ,veramenti pochi.Con la prospettiva di ,causa maltempo ,non poter recuperare le performances annullate.Non si riesce mai ad avere un comunicato stampa veramente chiaro.Che viene a significare"La praticabilitá di questa seconda ipotesi dipenderá anche dalle risorse disponibili per l'organizzazionedi questa edizione?I soldi del contributo del ministero ci sono o non ci sono?.Aggiungendo altri eventi nel week end precedente quindi un festival dal 20 al 30 agosto ci sarebbe un pò di respiro in più per Spoleto e per gli spoletini.

Giancarlo

16 giorni fa

Programmone, da strapparsi i capelli. Forza ragazzi attacchiamo le prevendite. Giorgino non molla. Peccato per la Asti, quest'anno lo spettacolo di famiglia, salta. Patetici.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.