politica

Case popolari di via dei Filosofi, la replica dell'assessore Flavoni

 

'Da Spoleto Popolare e Alleanza Civica accuse infondate e assurde'

 

“Dispiace dover intervenire per rispondere a strumentalizzazioni di questo genere, soprattutto in una fase delicata e di emergenza come questa, ma credo sia giusto far conoscere ai cittadini come stanno realmente le cose”. Dopo le polemiche sollevate nei giorni scorsi dai gruppi consiliari Spoleto Popolare e Alleanza Civica, torna sulla vicenda relativa agli alloggi di edilizia residenziale pubblica di via dei Filosofi l’assessore con delega all’edilizia pubblica Francesco Flavoni.


“Innanzitutto va chiarito che nell’estate 2018, quando siamo arrivati, quegli appartamenti erano in condizioni di degrado assoluto e, benché completati negli anni precedenti, non si erano potuti assegnare a causa di un contenzioso di circa € 30.000,00 con la ditta che aveva eseguito i lavori per dei problemi di infiltrazione: proprio da quel periodo di inutilizzo sono cominciati gli atti vandalici.

Avendo seguito personalmente la vicenda so quale situazione abbiamo trovato e so quante risorse abbiamo dovuto impiegare per recuperare, ad oggi, 5 degli 8 appartamenti. Parliamo di circa 70.000 euro di risorse comunali, impiegate sia per risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua, sia per sistemare tutto ciò che era stato distrutto tra il 2014 e il 2018, nello stesso periodo in cui quelle stesse forze politiche che oggi si indignano, avrebbero potuto fare e non hanno fatto.

I lavori sono terminati a novembre dello scorso anno, le graduatorie sono state pubblicate a febbraio, il Comune stava effettuando tutte le verifiche relative alle dichiarazioni presentate dai cittadini quando ci siamo dovuti fermare per l’emergenza sanitaria. Abbiamo lavorato in questi due anni per recuperare quello che era a tutti gli effetti un danno alla città, soprattutto alle famiglie più in difficoltà, ed oggi veniamo accusati di essere stati negligenti. Un’accusa assurda e infondata, a cui si aggiunge la menzogna degli atti vandalici: gli appartamenti sistemati sono in perfette condizioni e appena l’ATER li prenderà in carico verranno assegnati. Gli unici danni ancora esistenti sono quelli causati negli anni passati nei 3 appartamenti che ancora non abbiamo sistemato, i cui lavori verranno finanziati con risorse comunali per chiudere questa vicenda e assegnare finalmente gli alloggi”.



I commenti dei nostri lettori

velleitario

16 giorni fa

Con rispetto, ritengo questa narrazione parzialmente condivisibile.Forse si poteva evitare la nemesi autoassolutoria!Come è noto "la nostra politica" ha un problema di lentezza ed efficienza dell'azione esecutiva.....In democrazia si va al potere per usarlo in modo positivo non per imbalsamarlo in un'eterna salamoia.....Chi comanda deve guidare,non seguire,consigliare non assecondare,ispirare non istigare.Tralasciamo le proteste,peraltro prive di proposte,delle forze di opposizione!Esse legittimamente svolgono l'utile ruolo,hanno il diritto e il dovere di pungolare chi governa per velocizzare l'azione di governo.Non perdiamoci in inutili diatribe: "Sono stati loro,non siamo stati noi". Chi governa smentisca con i fatti gli accusatori,come descritto nell'ultima parte della narrazione.Ossia,appartamenti sistemati e pronti per essere assegnati,e i restanti in breve tempo sistemati,Chi governa dovrebbe fornire la modalitá del programmare,organizzare,controllare!Sono persuaso per chi ha dimestichezza con concetti di conoscenza apricervello come il rettangolo aureo di Fibonacci,studi di fabbricazione delle infrastrutture civili(edutecnica),prove di trazione,carichi di rottura,carichi di sicurezza,comprenda il senso del mio commento.Che non vuole essere un disamina,ma una visione costruttiva,una considerazione propositiva........Ergo!? Ad maiora.

Paola

18 giorni fa

Mah.... ancora parlate? Voi siete quelli che volevate tenere aperti i mercatini nelle settimane dell'esplosione pandemica e ancora adesso volevate bloccare la vendita delle porchette nelle singole piazzole. Perché se anche per una semplice porchetta non sapete decidere immaginate il resto. Caro Flavoni farebbe bene a chiedere al suo collega Loretoni e al suo sindaco dettagli su tutto ciò che non siete riusciti a fare. Dilettanti

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.