sport

Serie B: come finirà la stagione del Perugia?

 

 

C'è tanta confusione intorno al campionato di Serie B, che vede tra le protagoniste il Perugia. La squadra di Serse Cosmi, come confermano gli esperti di NetBet scommesse online, potrebbe avere ancora qualche opportunità per puntare ai play off. Al momento gli umbri sono dodicesimi in classifica, a cinque


lunghezze dal Chievo ed a sette punti dal Cittadella sesto in classifica.

La situazione, però, a causa del Coronavirus, è in divenire. L'epidemia da ha imposto lo stop dei campionati sportivi di ogni genere, ma per gli addetti ai lavori è già tempo di pensare ad una soluzione per portare a termine la stagione. Si è parlato di annullamento totale del campionato, che comporterebbe il dover rigiocare a settembre ripartendo "da zero".

Ma si è parlato anche di cristallizzazione o congelamento della classifica. La decisione ufficiale arriverà a metà aprile. Se l'emergenza terminasse in anticipo, si potrebbe tornare ai campi d'allenamento a fine aprile e a giocare tra il 9 e il 16 maggio, così da concludere il tutto entro fine giugno; andando oltre si rischierebbe di condizionare anche la prossima stagione.

Il Perugia vicino ai suoi tifosi. Lodevole iniziativa da parte della società umbra. Il Perugia, infatti, si è inventato le telefonate a casa degli abbonati. ha cominciato Vicario, poi il presidente Santopadre, quindi, nella giornata di domenica, è stato pubblicato il video della telefonata di Cosmi. L'iniziativa delle telefonate è piaciuta tanto anche al direttore dell'area tecnica Roberto Goretti: "Il presidente Santopadre e in generale Perugia sono molto attenti al sociale, a cominciare dai ragazzi del marketing. La società fa tanto per il sociale anche se questo spesso non traspare sui media".

Parlando in diretta Instagram, Goretti si lascia scappare che il Perugia è un po' "orso" nel suo rapporto con i media. In questi giorni i tesserati parlano solo con i giornali, uno al giorno, ma rifiutano le interviste di altre testate, a parte quella ufficiale, che hanno comprato i diritti. Un atteggiamento che va in controtendenza con la politica di "aprirsi" alla città e ai tifosi. Complicatissimo pure avere dichiarazioni del presidente in qualità del suo ruolo di consigliere di Lega B. Una malintesa concezione della collaborazione fra media e società sportive.

La solidarietà dei Perugia Clubs. Intanto i Perugia Clubs hanno dato vita ad una raccolta fondi per sostenere le strutture ospedaliere. I 25 Perugia Clubs territoriali distribuiti nel territorio della provincia di Perugia ed affiliati al Centro di Coordinamento, contribuiscono, con un piccolo ma significativo finanziamento, al sostegno e al contrasto dell'emergenza del Coronavirus in Umbria.

Lunedì è stata donata la somma di seimila euro all'azienda ospedaliera di Perugia, all'attenzione del dottor Onnis, commissario straordinario per l'emergenza COVID-19. La somma sarà incanalata dalla struttura ospedaliera al soddisfacimento delle funzioni dalla stessa ritenute più necessarie ed opportune per curare e debellare la pandemia in atto.



I commenti dei nostri lettori

Voltaire

2 mesi fa

Se dopo questa vicenda del coronavirus tornassimo tutti a considerare il calcio, specialmente quello nazionale e mondiale, nella giusta misura, forse si farebbe opera sacrosanta: 22 milionari (dato che ora si parla di euro) in mutande (e ora trucidamente tattuati) che corrono appresso ad una palla, per giocare a "prendi la palla e sbattila in quella rete"!

Anche i sognatori e i giornalisti ogni tanto devono essere realisti.

2 mesi fa

Se il campionato di calcio di serie B venisse annullato tutto sommato al Perugia gli potrebbe andare bene. Con i risultati che stava ottenendo probabilmente avrebbe potuto partecipare ai play-out. In caso di ripresa, le squadre di calcio che in classifica la precedono o che la tallonano non staranno certo a dormire. E non mi sembra che il Perugia sia una squadra di "fenomeni dormienti" che stanno aspettando il momento giusto per svegliarsi.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.