sport

L’imperativo categorico dello Spoleto è quello di ripartire

 

 

L’imperativo categorico dello Spoleto è quello di  ripartire. Ripartire dal passo falso di domenica scorsa contro il fanalino di coda Ellera dell’ex biancorosso Fraschetti, bravo ad imbrigliare il gioco dei biancorossi, strappando un punto preziosissimo per i suoi. Dal canto suo lo Spoleto, nonostante la giornata storta, mantiene la vetta in coabitazione con una Narnese che non sbaglia più un colpo, vittoriosa questa volta a San Sisto per tre a uno, pur tra mille polemiche.


Anche la Tiferno si è avvicinata pericolosamente ed  ora  è a meno due dallo Spoleto, dopo il poker in casa del malcapitato Castel del Piano.

Tornando alla prestazione della squadra biancorossa, va detto che la prestazione di domenica è stata notevolmente sottotono rispetto alle precedenti uscite, e questo  ci può anche stare. Ma se si vuole arrivare in fondo davanti a tutti, sbagliare gare come questa potrebbe risultare letale, anche in virtù delle prossime sfide che a questo punto della stagione già risultano fondamentali. Ad iniziare da quella di domani (2) che   vedrà gli uomini di Gagliarducci affrontare la trasferta ad Orvieto, seguita dall'anticipo di sabato 8 al "Palmieri" di Bevagna  contro la Tiferno.

Inutile sottolineare che quella di  domenica sarà una partita ad alto coefficiente di  difficoltà per gli uomini di Gagliarducci, contro un’Orvietana che è entrata prepotentemente in zona play-off e che si trova al quarto posto in classifica con trenta punti, insieme  a San Sepolcro e Nestor. Ma, soprattutto, a soli sei punti dalla vetta.

Al “ Luzi “ di Orvieto si preannuncia battaglia vera, sia sul campo, con due squadre di assoluto livello per la categoria, ma anche tra le rispettive panchine con due strateghi del calcio: Silvano Fiorucci e Cristiano Gagliarducci.

L'Orvietana è una squadra completa e tatticamente ben disposta in campo da un allenatore di grande esperienza come il "Tamba". Ma questo non lo si scopre certo oggi, visto che può annoverare tra le sue fila giocatori del calibro di Paletta e Annibali  in difesa,  senza voler aggiungere i vari De Vitis, Dida, Kikkri e soprattutto il bomber Danielli, i quali formano un’ossatura di assoluto livello.

Anche i giovani, molti dei quali provengono dalla “ Cantera “ della città della Rupe,  sono di grande qualità. Su tutti spiccano il numero uno Beccacechi e l’esterno di attacco Keita.

Al "Luzi" di Ciconia si preannuncia il pubblico delle grandi occasioni, con la società di casa che ha chiamato a raccolta tutti gli sportivi orvietani per tentare l’assalto alla capolista. Lo Spoleto se vuole uscire indenne dal “ Luzi “deve obbligatoriamente tornare  a fare lo Spoleto, evitando quelle sbavature, costate carissime domenica scorsa. Intanto, per non correre il rischio che la coperta diventi corta, soprattutto in difesa ed in mezzo al campo, il diesse Gianfranco Multineddu continua ad ingaggiare giocatori a ritmo di una catena di montaggio: gli ultimi arrivi sono quelli del terzino Marco Piras (22), di scuola Cagliari e dell'incontrista Robert Georgian Nita (28), ex Viareggio, che saranno a disposizione di Gagliarducci già da domani. L'emergenza squalifiche ed infortuni,comunque, sta volgendo al termine. Oltre allo squalificato Coppola, in difesa torneranno disponibili Labonia e Tommaselli. In forse, invece, l'ex Mortaroli che ha rimediato un brutto colpo domenica scorsa contro l'Ellera.

Arbitra Agrò di Terni (ore 14,30).



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.