sport

La Ducato aspetta gli svincolati. Lo Spoleto si accorda con Missaglia

 

 

Non è tutto sbagliato e tutto da rifare! Perché sarà stato qualche mese fa che la languida Ducato di oggi viveva nella celebrazione del Progetto, nella filosofia alternativa e trascinante di uscire dal coro e di fare, e bene, a modo suo. Ma il calcio sa essere perfido e in questo ultimo mese diabolico ne sono successe di cose, ne sono capitate talmente tante da alimentare i dubbi sino a guardarsi dentro. 


STRATEGIE – C’è un piano da definire, per irrompere sul mercato, quello degli svincolati, avendo idee chiarissime. Gli interventi richiesti dall’allenatore  Brevi sono mirati, un centrocampista centrale ed un difensore centrale per rinforzare un reparto che, domenica, contro la Tiferno capolista si ritroverà senza due giocatori: Romani squalificato e Raspa che ha alzato le braccia con tanta dose di onestà perché non può far conciliare gli impegni di Campionato con quelli lavorativi. Poi dipenderà dalle caratteristiche degli interpreti, dalle proposte che offrirà il mercato:ma si intravedono ombre, sarà la fascinazione e identikit più o meno tracciati. In mezzo al campo, dove manca un uomo che diriga, riemergono nomi cari a Brevi: quelli di Menchinella e Francesconi. Difficile, comunque, che il primo accetti di fare uno scalino in basso nonostante la situazione di classifica del Bastia non proprio brillantissima. Ed anche quella di Francesconi sembra solo un’ipotesi. Di sicuro, se arriverà il centrocampista richiesto da Brevi, nella lista dei partenti ci sarà Giuliacci che non è l’uomo giusto per questo ruolo e che pesa abbastanza nel budget della società gialloverde. L’apertura in mezzo al campo sa di indizio, quasi di prova, sul divorzio dalla mezzala ex Fabriano. Sul difensore, invece, c’è un mare tutto da navigare alla ricerca dell’uomo giusto e per evitare gli errori del mercato estivo. Al centro, ora, ci sono Romani e Callegari. Domenica si dovrà ingegnare nel ruolo il giovane Skana con qualcuno che da centrocampo (Piantoni o Sabatini) scalerà a destra.

SPOLETO PIGLIATUTTO – Intanto, sul fronte dei “cugini” la gestione della principessa Noura Al Saud non bada a spese. Quando sembrava che l’arrivo del senegalese Cissè avesse messo fuori gioco Missaglia, i “desiderata” del tecnico Gagliarducci hanno preso il sopravvento ed è stato messo nero su bianco anche l’ex centravanti del Soci. Ora, quell’abbondanza sui ruoli chiesta dall’uomo di Colleferro è stata assecondata. Anzi, sono in arrivo un altro difensore e, probabilmente, un centrocampista laterale per rimpiazzare Rondinelli. L’obiettivo primo posto non è più un miraggio.  



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.