economia

Scs-Bps, interpellanza urgente di Brunetta-Occhiuto su commissariamento e vendita a Desio

 
 
 
 

L'ex presidente diventa 'Antonio Giovannini', ma la sostanza dell'atto c'è tutta

 

Cosa hanno fatto Governo e Ministero per assicurare trasparenza nelle decisioni prese sulla vicenda Bps-Scs? Perché il Ministero, all'epoca del commissariamento, come evidenziato da sentenza del Consiglio di Stato, non ha avviato alcuna istruttoria autonoma né una verifica rispetto al report di


Banca d'Italia? Perché, nonostante quanto emerso in sede giudiziaria, il Governo ha reiterato il decreto di commissariamento, in contrasto con i principi di separazione dei poteri? Queste, in estrema sintesi, le domande che i due parlamentari Renato Brunetta e Roberto Occhiuto (Forza Italia) pongono al ministro dell'Economia e delle Finanze, con un'interpellanza urgente che torna ad accendere i riflettori sulla vicenda Banca Popolare di Spoleto e Spoleto Credito e Servizi, l'istituto di credito spoletino e la cooperativa che ne deteneva il controllo fino al commissariamento del febbraio 2013, terminato con la cessione a Banco Desio.

Al di là di alcune palesi imprecisioni, come il nome dell'ex presidente Giovannino Antonini trasformato in "Antonio Giovannini", la sostanza dell'atto c'è tutta e ripercorre la storia recente dell'istituto spoletino, definito in buona salute dalla stessa Banca d'Italia nel 2010, salvo poi congelare l'aumento di capitale da 30 milioni deciso dai soci e lanciare l'ostracismo nei confronti dell'allora presidente, mentre il Monte dei Paschi sceglieva di uscire dalla compagine sociale, con il conseguente obbligo, per la Scs, di rimborsare 73 milioni alla Banca toscana. Poi il doppio commissariamento simmetrico di Bps ed Scs, la vendita a Desio e la reiterazione di un provvedimento, appunto quello commissariante, malgrado il Consiglio di Stato ne avesse decretato la nullità. Nella fotogallery è disponibile il testo integrale dell'interpellanza, cui il Governo sarà chiamato a breve a dare una, si spera, risposta chiarificatrice e definitiva.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.