società

Alberto D'Atanasio dedica la sua nuova cattedra al defunto fratello Nazzareno

Dopo Estetica ed arti visive, ora la Teoria della percezione e psicologia della forma

 

La direzione accademica presieduta dal dottor Riccardo Romagnoli, viste le pubblicazioni, l'attività svolta in un triennio come docente titolare d'Estetica delle Arti visive, l'alto punteggio conseguito e dedotto dai questionari degli studenti, ha conferito al professor Alberto D'Atanasio anche la cattedra di Teoria della


 percezione e psicologia della forma presso la prestigiosa Accademia di Belle Arti "Santa Giulia" di Brescia. Si tratta di un importante riconoscimento che giunge dopo un gran lavoro di ricerca svolto sulla simbologia dell'estetica antica e contemporanea, in particolar modo sono state rilevate le ultime pubblicazioni del Prof. D'Atanasio sulle valenze simboliche dello scarabocchio dei bambini, degli adulti e sulla simbologia del femminile nell'arte. Il professor D'Atanasio il 24 settembre sarà conferenziere presso l'Expo di Milano il suo intervento sarà l'apertura dell'evento "Design in fermento" e proporrà un percorso iconologico sul convivio nella storia dell'arte, il 5 ottobre sarà a Brescia tra i relatori del seminario, ​che in diretta streaming proporrà il tema: "i Giovani, l'Arte e l'educazione" insieme a Monsignor Angelo Vincenzo Zani, Segretario della Congregazione per l'Educazione Cattolica e al Professor Angelo Vigo docente di Pedagogia e didattica dell'arte. Il professor D'Atanasio ha dichiarato di voler dedicare questo nuovo corso accademico al fratello Nazzareno che quattro anni or sono incoraggiò questo "viaggio" in terra lombarda.



I commenti dei nostri lettori

gianluca speranza

5 anni fa

Benfatto. un caro ricordo del caro Nazzareno.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.